Informativa
Questo sito utilizza i cookie per offrirti un servizio migliore.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

370 1329174

 

Minori e lutto: i "miti" da sfatare

  1. I bambini e gli adolescenti non sono realmente in lutto perché sono troppo giovani per capire la morte. I minori vivono il lutto a ogni età e il loro lutto può manifestarsi in molti modi a seconda degli anni, dello stadio di sviluppo e delle esperienze di vita. I giovani spesso riescono a lavorare intensamente sul lutto per un certo periodo, poi naturalmente si prendono una "pausa". Questa può assumere solitamente la forma del gioco. Gli adulti troppo spesso scambiano il gioco come segno di un mancato lutto, cosa che non rispecchia affatto la realtà. 
  2. La cosa migliore è proteggere il minore dalla morte e dal lutto. Occorre invece che l'adulto permetta e anzi faciliti l'espressione del lutto, onde evitare che si ripercuota sulla vita adulta.
  3. I minori dovrebbero andare al funerale. I minori non dovrebbero andare al funerale. Entrambe le affermazioni sono dei miti. I bambini, anche quelli più piccoli, dovrebbero poter scegliere ogni volta che vogliono partecipare al funerale. Ogni bambino o adolescente gestisce la propria perdita diversamente e si dovrebbe permettere ad ognuno di vivere il lutto come desidera. Per poter fare una scelta significativa sul partecipare o meno i minori hanno bisogno di informazioni, opzioni e supporto. 
  4. I servizi funebri e il funerale non sono appropriati all'età e possono anzi traumatizzare il bambino o l'adolescente. Sempre di più si ritiene che i minori debbano essere informati su come si svolgerà l'evento, in modo che possano prepararsi accuratamente sulla decisione o meno di parteciparvi.
  5. I minori superano la perdita molto velocemente. Gli adulti non riescono mai a superare una perdita significativa, perché quindi dovrebbero farlo i bambini o gli adolescenti? La verità è che nessuno riesce veramente a superare una perdita significativa. Possiamo imparare a vivere con la perdita e ad adattarci alla realtà che la persona che amavamo non è più qui, ma non possiamo mai dimenticare l'intensa sensazione di perdita. I minori possono rivivere la perdita in differenti fasi del loro sviluppo e rivivere i cambiamenti che la perdita porta, facendo sì che il vissuto di lutto sorga di nuovo. 
  6. I bambini o gli adolescenti saranno segnati in modo permanente da una perdita significativa. I minori, come la maggior parte delle persone, sono resilienti, quindi capaci di superare un evento di natura traumatica. Una perdita significativa può segnare lo sviluppo del bambino o dell'adolescente, ma un sostegno adeguato e continuo può aiutarlo a elaborare i suoi sentimenti di lutto nel modo più appropriato.
  7. Incoraggiare i bambini o gli adolescenti a parlare dei propri sentimenti e del vissuto di lutto è il modo migliore per lavorare sulla perdita. E' importante permettere ai bambini e agli adolescenti di parlare dei propri sentimenti e promuovere una maggiore comunicazione. Tuttavia, altri approcci, come le tecniche artistiche, il gioco, la musica e la danza possono permettere al minore di esprimere le proprie emozioni. I bambini e gli adolescenti possono utilizzare questi metodi per esprimere il loro lutto e adattarsi alla propria perdita con un esito più positivo.   

 

(Mencacci et al., Dalla malattia al lutto)

 

 Torna alla Biblioteca

 

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?